Occupazione in Veneto: ancora distante dai competitors europei

L’occupazione in Veneto, nonostante dimostri una certa tenuta a livello nazionale, non riesce nel 2011 a raggiungere le performance delle principali regioni competitors in Europa. Ma, in questo caso, per l’occupazione giovanile la situazione in Veneto migliora.


Il Veneto nel 2011, secondo gli ultimi dati rilasciati da Eurostat, si posiziona quinto in classifica se paragonato con le principali regioni competitors europee, con un tasso di occupazione del 64,9%, solo +0,4% in un anno. Ai primi posti rimangono Bayern e Baden-Württemberg con rispettivamente il 76% (+1,4%) e 75,5% (+1,5%) di popolazione occupata sul totale.

Serie storica del tasso di occupazione
Fonte: Elaborazioni OV su dati Eurostat

Sul lungo periodo l’occupazione veneta è in calo dal 2006, con una diminuzione di quasi un punto percentuale (-0,6%). L’andamento del tasso ti occupazione in Veneto se paragonato con le virtuose regioni tedesche dimostra tutta la sua difficoltà di miglioramento: Bayern e Baden-Württember crescono dal 2006 con valori vicini ai 4 punti percentuali (rispettivamente +,3,9 e +3,7). In questo caso il Veneto si trova ancora distante dalle vicine aree tedesche che sembrano garantire alla propria popolazione un mercato del lavoro più efficiente.

Tasso di occupazione giovanile (15-24 anni)
Fonte: Elaborazioni OV su dati Eurostat

Il Veneto si posiziona invece meglio tra i competitors europei con il tasso di occupazione giovanile (età 15-24), che, seppure con livelli non proprio elevati (26,6%), permette di conquistare la 4 posizione sopra Cataluña (25,9%) e País Vasco (23,5%). Il pericolo si vede ancora una volta sul lungo periodo. Il Veneto dal 2006 al 2011 ha subito un crollo dell’occupazione giovanile che sfiora il 10% con dinamiche simili alle regioni spagnole e ancora molto lontane dalle virtuose della Germania.

SCARICA LA SCHEDA OCCUPAZIONE EUR Anno 2011