Sale la disoccupazione in Veneto: a rimetterci sono i giovani under 35

Il mercato del lavoro in Veneto peggiora nel corso di un anno e il tasso di disoccupazione di giugno 2012 aumenta. La crisi colpisce le aziende e le assunzioni faticano a riprendere e a farne le spese sono soprattutto i giovani under 35 che rispetto ai 55-64enni vedono calare progressivamente (e paradossalmente) la loro presenza sul mercato del lavoro.

Tasso di disoccupazione II trimestre 2012
Fonte: Elaborazioni OV su dati Rcfl-ISTAT

Al II trimestre del 2012 il tasso di disoccupazione in Veneto si attesta al 7% con un incremento in un anno di quasi 3 punti percentuali.

Il Veneto nella classifica nazionale si posiziona quinto, perdendo tre posizioni rispetto al trimestre precedente pur mantenendo livelli di disoccupazione inferiori alla media italiana (10,5%). In testa il Trentino Alto Adige che continua a registrare le performance migliori del Paese (5%).

Osservando le dinamiche del tasso di disoccupazione in Veneto è possibile osservare un incremento preoccupante in azione da settembre 2011, quando la disoccupazione ha iniziato ad aumentare senza mai dare segni di miglioramento, fino a raggiungere i valori di giugno di quest’anno in cui il tasso di disoccupazione supera anche i valori del 2009, il periodo nero per il mercato del lavoro regionale (dati più dettagliati nella SCHEDA scaricabile anche dal link in basso).

Occupati per classe d’età al II trimestre 2012
Fonte: Elaborazioni OV su dati Rcfl-ISTAT

Nella crisi le aziende vengono colpite duramente e le assunzioni diventano sempre più difficili.

A fare le spese di questa situazione sono i giovani under 35, sempre meno occupati (-3,9% in un anno a Nord Est) rispetto ai 55-64enni che vedono oggi aumentare la loro presenza sul mercato del lavoro soprattutto a Nord Est con un incremento di oltre 13 punti percentuali da giugno 2011.

SCARICA LA SCHEDA TASSO DI DISOCCUPAZIONE II trim 2012