In Veneto sempre più difficile risparmiare, famiglie pessimiste per il futuro

Il perdurare dello stato di crisi in cui versa il nostro Paese sta indebolendo gradualmente le famiglie italiane che devono scontrarsi quotidianamente con le difficoltà economiche, spesso sacrificando i propri risparmi. In Veneto, terra di lavoratori e imprenditori, il risparmio ha sempre rappresentato un cardine per la cultura economica e sociale della regione. Oggi però anche le famiglie venete per riuscire a districarsi nella crisi, sono costrette a intaccare i propri risparmi con sempre maggior frequenza.

Scarica la scheda Risparmi delle famiglie, anno 2011

In Veneto il risparmio è da sempre un valore importante, soprattutto nell’ottica di reinvestire le risorse guadagnate. Con la crisi economica però il comportamento legato al risparmio assume un significato diverso, prudenziale, che porta a mettere da parte risorse unicamente in vista dei tempi difficili.

Il Veneto nel 2011 (ultimo dato annuale definitivo per Banca d’Italia) si colloca tra le prime regioni, con 23 mila e cento euro per famiglia depositate in banca, anche se con risultati appena superiori alla media nazionale (22,6 mila euro) e lontani dalla Lombardia (35,1 mila euro).

Depositi bancari per famiglia, confronto nazionale – Anno 2011 – Valori in migliaia di euro
Fonte: Elaborazioni Officina Veneto su dati Banca d’Italia

Inoltre se osserviamo le dinamiche dei risparmi complessivi delle famiglie venete dal 2008, è possibile vedere, in quattro anni e mezzo, un rallentamento della capacità di risparmio. Dopo la crescita consistente del 2008, dovuta ad un comportamento maggiormente prudenziale in seguito alla crisi ecnomico-finanziaria del biennio 2007-2008, dal 2009 l’aumento dei depositi bancari cresce con un ritmo molto più lento rispetto all’anno precedente.

Depositi bancari complessivi delle famiglie in Veneto dal 2008 – Valori in miliardi di euro
Fonte: elaborazioni Officina Veneto su dati Banca d’Italia

La sua famiglia nel prossimo anno dovrà intaccare
i risparmi? – Percezione famiglie, anno 2012, valori in percentuale
Fonte: elaborazioni Officina Veneto su dati Plancia(c) e SWG

Osservando i dati di percezione forniti da SWG per Plancia© e rielaborati da Officina Veneto infatti, emerge che nel 2012 quasi il 29% delle famiglie dichiara che per il prossimo anno sarà costretto a prelevare denaro dai propri risparmi per far fronte alle spese quotidiane, una percentuale superiore di ben 11 punti rispetto al 2011.

Se consideriamo infine che le famiglie residenti nelle altre regioni del Nordest e in quelle del Nordovest dimostrano un maggiore ottimismo di quelle venete, e che il pessimismo veneto è più vicino alle percezioni delle famiglie residenti al sud, è evidente che le difficoltà economiche delle famiglie sono una voce dell’agenda che nell’immediato futuro sarà sempre più determinante.