Redditi e consumi in calo, il Veneto sente la crisi

Secondo l’Istat, nel 2011 le famiglie che al nord vivevano in condizioni di seria deprivazione economica erano il 6,4%, con quasi tre punti percentuali in più nel giro di un anno. Il Veneto rimane una delle regioni più ricche del Paese, ma di fronte alla progressiva erosione delle risorse economiche a disposizione, anche i cittadini veneti dovranno ripensare i loro comportamenti di consumo.

consumi

Scarica la scheda sul reddito per persona in Veneto

Grazie ai dati forniti da Prometeia e dall’Osservatorio Findomestic è possibile osservare proprio questo progressivo impoverimento che la regione sta sperimentando. Il Veneto vede infatti nel 2012 un calo del reddito pro capite pari al 2,5% che avanza più velocemente della media nazionale (-2,3%). A livello provinciale è Venezia a soffrire di meno la crisi con un reddito per persona nel 2012 che tiene maggiormente rispetto alle restanti provincie.

Nella classifica provinciale infatti, Venezia conquista il primo posto con un calo di ricchezza pari all’1,7%. Seguono Belluno (-1,8%), Vicenza (-2.2%) e Rovigo (-2,3%) che rimangono al di sotto della media regionale. Superano invece il dato del Veneto Verona (-2,7%), Padova (-2,8%) e Treviso (-3,3%) dimostrando situazioni di maggiore crisi.

La flessione della ricchezza dei cittadini veneti influisce inevitabilmente sui consumi. Sono i beni durevoli a vedere il calo maggiore, con una diminuzione nei consumi che supera il 13% arrivando nel 2012 a 4.833 euro di spesa per persona. Il settore che risente maggiormente del rallentamento dei consumi in Veneto, risulta essere quello delle automobili nuove, che registra un -20,4%. Calano inoltre i consumi anche per l’acquisto di motoveicoli (-18,8%) ed elettronica di consumo (-17,9%).