In Veneto il costo della vita cresce meno della media

COSTODELLAVITANegli ultimi due anni il tasso d’inflazione del Veneto è stato del +2,5% e +2,9% rispettivamente, contro il +2,8% e +3% dell’Italia. Dopo l’anno 2009 in cui la crisi ha contribuito a rallentare il tasso di crescita dei prezzi al consumo il processo inflattivo ha ripreso e il Veneto si è attestato su tassi intermedi: nel 2012 registra come detto un +2,9%, pari all’Emilia Romagna e inferiore a Friuli Venezia Giulia (+3,1%) e Piemonte (+3,2%) ma superiore alla Lombardia (+2,8%). Nei primi sei mesi del 2013 il valore è stato di +1,4% contro la media nazionale di +1,6%, leggermente inferiore a quanto riportato dalle regioni principali competitor.

L’analisi dell’indice dei prezzi al consumo per comparto merceologico indica come il livello dei prezzi sia aumentato in modo differente. In Veneto nel giugno 2013 i prezzi sono mediamente più elevati dell’1,2% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. I comparti di spesa dove i prezzi sono aumentati di più sono stati quello dei prodotti alimentari e bevande analcoliche (+3,9%), dell’istruzione (+3,1%) e dei servizi ricettivi e di ristorazione (+2,5%).

Scarica la scheda