A caccia di lavori poco conosciuti per nuovi sbocchi occupazionali

INCONTRO DOMANDA-OFFERTA. Un tema poco trattato, ma che ultimamente è diventato una questione di primo piano anche per la situazione occupazionale giovanile, è la difficoltà che incontra oggi il mercato del lavoro nel produrre un reale dinamismo nell’incontro tra domanda e offerta. Non solo accade che i profili richiesti dalle imprese sono diversi da quelli realmente presenti sul mercato del lavoro, ma le persone disoccupate spesso non sanno a chi rivolgersi nella pratica per cercare e trovare un’occupazione.

 LAVORI POCO CONOSCIUTI. Per riaccendere il dinamismo del mercato del lavoro e puntare alla sua autoregolazione sarebbe l’attuazione di una ricerca puntuale di posizioni lavorative nuove e attualmente scoperte che possano essere incentivate e portate agli occhi di coloro che si affacciano al mondo del lavoro per la prima volta o in seguito a licenziamento. Sarebbe necessario, in sostanza, che venisse applicata una vera e propria strategia di ricerca con lo scopo di individuare e poi promuovere posti di lavoro ancora poco conosciuti e che per questo potrebbero rappresentare futuri sbocchi occupazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *