Ricerca e sviluppo, così in Veneto le imprese reagiscono alla crisi

La spesa in ricerca e sviluppo per le imprese venete aumenta quando le dinamiche economiche rallentano. Gli imprenditori in Veneto reagiscono alla crisi con l’innovazione, cercando nuovi sistemi produttivi per uscire dal tunnel.

La spesa in innovazione delle imprese venete cresce dal 2005. Nel 2009 (ultimo dato disponibile) lo 0,7% del PIL è impiegato in ricerca e sviluppo.

In Veneto l’innovazione sembra essere uno stimolo che deriva da momenti di difficoltà. In altre parole, le imprese venete sfruttano proprio i momenti di crisi per rinnovarsi e cercare altre strade per far fronte alle difficoltà del mercato.

Spesa in R&S delle imprese venete in relazione allo sviluppo economico
Fonte: Elaborazioni OV su dati Istat e Prometeia

Esempio di questo comportamento è quanto accade nel 2009 in cui, pur con l’arresto della crescita economica, in picchiata dal 2007 (visibile nel crollo del PIL reale), gli investimenti in ricerca e sviluppo crescono con un ritmo maggiore rispetto a periodi di maggiore stabilità.

Tuttavia nel 2009 le imprese venete risultano ancora restie a investire in ricerca e sviluppo se confrontate con i competitors del Nord Italia.

Infatti in Piemonte le imprese spendono in R&S l’1,4% del PIL regionale contro lo 0,7% di quelle venete.

Osservando però le dinamiche di crescita dal 2005 le aziende in Veneto dimostrano di aver aumentato le risorse destinate all’innovazione (+0,4%) con ritmi inferiori solo al Trentino Alto Adige (+0,5%) e maggiori della media nazionale (+0,12%) che pare piuttosto stabile negli anni.

SCARICA LA SCHEDA SPESA IN RICERCA E INNOVAZIONE