In Veneto meno nuove imprese dal 2009: saldo negativo tra iscritte e cessate

Gli ultimi dati Istat sul fatturato delle imprese italiane non lasciano dubbi sulla difficoltà in cui versa la realtà imprenditoriale del nostro Paese in questo difficile momento di crisi. Il tessuto imprenditoriale in Veneto appare sfiduciato e il «fare impresa» diviene sempre più difficile allontanando la possibilità di una reale ripresa economica regionale. In Veneto, a settembre di quest’anno, nascono meno imprese rispetto a quante ne nascevano a settembre del 2009.

Scarica la scheda Le Imprese in Veneto, 3° trimestre 2012

Il saldo tra le imprese iscritte e quelle cessate (al netto delle cessazioni d’ufficio) è un indicatore funzionale per osservare la dinamicità del tessuto imprenditoriale e la sua capacità di crescere in un dato periodo. In Veneto al 30 settembre del 2012 abbiamo un saldo negativo (-95) che mette in luce un’eccedenza di imprese cessate rispetto a quelle iscritte.

La situazione per il tessuto imprenditoriale veneto è quindi molto difficile, soprattutto se consideriamo che, nella classifica nazionale del saldo tra imprese iscritte e cessate, il Veneto appare all’ultimo posto dopo la Valle d’Aosta (saldo a +64) e la Basilicata (+79). Con un’eccedenza di 95 imprese cessate rispetto a quelle iscritte, il Veneto dimostra dinamiche imprenditoriali peggiori del resto d’Italia e lontane dal vertice della classifica in cui troviamo Campania (saldo a +3.480), Lombardia (+2.599) e Sicilia (+1.460).

Saldo tra imprese iscritte e cessate (al netto delle cessazioni di ufficio)
III° trim 2012 – Valori assoluti

Osservando inoltre la dinamica imprenditoriale del Veneto e separando gli andamenti delle imprese iscritte da quelli delle cessate, si confermano le difficoltà che la realtà d’impresa veneta sta attraversando. Al di là della forte stagionalità presente nei dati (che si riscontra nella ripetitività delle «onde» presenti nel grafico), si può percepire una sorta di sfiducia nel «fare impresa» visibile soprattutto nel calo quasi progressivo del numero di nuove imprese che a settembre del 2012 raggiunge il suo minimo da settembre del 2009.

Imprese iscritte e cessate (al netto delle cessazioni di ufficio) in Veneto
Gennaio 2009 – Valori assoluti

A livello provinciale è possibile osservare una polarizzazione territoriale tra le aree del vicentino e del veneziano che nel terzo trimestre di quest’anno influiscono negativamente nella dinamicità del tessuto imprenditoriale veneto.

Sono infatti i saldi negativi tra imprese iscritte e cessate  registrati nelle due provincie di Vicenza e Venezia che portano a rallentare la dinamicità imprenditoriale del Veneto. Soprattutto nel territorio veneziano si riscontrano numeri preoccupanti con un’eccedenza di 705 imprese cessate rispetto a quelle nate nella provincia.